Fiori e frutti di montagna

Corso d'acquarello nell'Agordino

Falcade, Agordo, Acquerello

 

L'estate in montagna è meravigliosa! Le camminate, sia in valle che in quota,  sono una rapidissima terapia dello stupore. Ad ogni passo corrisponde un cambiamento di paesaggio: appaiono o scompaiono dietro un albero, una curva o un sasso, paesaggi e pascoli, paesi da presepio e boschi, animali selvatici  timidissimi e fiori, e fiori, e ancora fiori di ogni colore, di caratteristiche uniche poichè crescono solo oltre i mille metri di altitudine.

Poi il sottobosco è luogo adatto per la più gustosa caccia al tesoro: i funghi.

Nelle radure assolate, abbassando la testa, scopri frutti saporiti: mirtilli, fragoline, lamponi.

Se vuoi sfidare i camosci tra le rocce, potrai scoprire fiori per i quali resta un mistero del come riescano a sopravvivere con pochissima terra, vento freddo d'alta quota e spesso assenza d'acqua.

Proprio questi saranno i soggetti dei nostri acquerelli.

Li fisseremo su carta con la tecnica più dolce e affascinante che ci sia:

l'acquerello.

Ad agosto , in sei serate, tra le Dolomiti dell'Agordino.