Riconoscenza

Prove di colore

Dipingere, fare arte, è un mestiere che impegna molto tempo e richiede esercizio continuo. Serve allenare il gesto, che non è mai solo il movimento della mano, del polso, del braccio e del corpo intero. E' sempre più esercizio di mente e di sentimento.

Né più, né meno  , se vogliamo dirla tutta,  quel che avviene in qualsiasi altro mestiere.

La propulsione, quando subentra la stanchezza , è il pensiero, il motivo per il quale rimanere ancora lì.

Nobile o meno che sia.

A volte il blocco, l'ostacolo si supera con varie strategie.

In questo caso è stata la sperimentazione.

Colore e macchie possono essere il modo alternativo di fare un restyle al tram -tram consueto.

Il materiale risultato a volte non ha  proprio senso, ma si accantona anzichè gettarlo.

Questa è una pratica vincente, anche se sicuramente ingombrante. 

 

Dal cumulo delle serimentazioni è uscito un  foglio dalle tonalità rosate che cadeva a fagiolo per il tema che avevo in mente; aveva uno spazio luminoso, diagonale e centrale.

Molto bene, mi son detta, e mi è venuto un abbozzo.

Sottomano avevo dei pastelli a olio e dei residui di colore ad acquerello sulla tavolozza...

Detto , fatto.

Il tempo è volato e un altro lavoro ha visto la sia realizzazione.

Volerà lontano, questo foglio, al di là del mare.

Per riconoscenza.