Ritratti

ritratto- volto - viso - acquerello
ritratto- volto - viso - acquerello

Mi chiedono ogni tanto di fare dei ritratti.

Trovo sia il modo più bello per aver vicino una persona e accarezzarla con lo sguardo tutte le volte che si passa vicino al suo quadro.

Quindi mi viene proposta una foto. 

La guardo a lungo cercandoci quello che è più importante in quel volto.

Alla fine mi ritrovo a dipingere in uno stato di semi-trans (come ha ben detto un caro amico).

E così è: perchè ormai i dati per decidere i colori, le zone da privilegiare, l'espressione da intensificare, sono solo dettate dalla spinta della molla caricata nell'osservazione della foto.

 

Poi tutto corre fluido, tutto viene da solo, tutto è filtrato da ciò che ormai è entrato nell' anima e l'ha colorato da un' allure di sentimenti raccolti empaticamente con il committente spesso, o meglio, mai detti.

 

E il volto, che non è più solo ritratto, diviene!